Dolby/DTS 5.1 Decoder Converter

Dispongo da molti anni di un amplificatore Home Theater Yamaha HTR-5730 del quale sono soddisfatto.Nella confezione c’erano in dotazione 5 piccoli diffusori realizzati in materiale plastico pesante e un subwoofer in legno che hanno sempre garantito l’effetto e che facilmente sostituirò in un prossimo futuro con diffusori più performanti.

Dalla data dell’acquisto ho gustato con questo impianto “entry level” e con un TV da 40″ Full HD, moltissimi film con audio 5.1, soprattutto di fantascienza, anche se devo dire che non sono mai stato uno “scaldato” degli impianti Home Theater e quindi, a differenza dell’impianto HiFi, non ho mai investito cifre importanti. Detto ciò, qualche giorno fa ho visto su un noto sito di e-commerce un piccolo decoder convertitore Dolby/DTS 5.1 dal costo inferiore a € 34. In sintesi si tratta di un apparecchio che dispone, tra le altre cose, di 3 ingressi digitali, di cui due ottici Toslink e uno digitale elettrico, nonché di 6 uscite analogiche su connessione RCA.

Questo dispositivo, che si avvale internamente del Sistema Operativo Linux, può gestire, tramite selettore, audio 2.1 e 5.1 decodificando una quantità rilevante di formati: mp3, ac3 (Dolby Digital), DTS, wav, wma, aac, FLAC, ape, ogg, m4a ed m3u8. Per un primo collaudo ho utilizzato l’ingresso analogico 6CH Input dell’amplificatore Home Theater Yamaha HTR-5730 e quindi ho potuto effettuare un esperimento sui diffusori che comunemente utilizzo.

A fronte di un segnale d’uscita un po’ basso, questo Decoder Converter fa quello che deve senza incertezze. Per la cifra spesa il risultato è molto positivo. In 16 secondi l’apparecchio carica il sistema operativo GNU/Linux e gli opportuni software per poi offrire un buon servizio. La prima applicazione immediata che viene in mente è quella di sfruttare un sistema di altoparlanti 5.1 amplificati per PC, di fascia economica per iniziare, formando in questo modo un piccolo e poco dispendioso impianto Home Theater di base, dal costo orientativo di € 100. Ovviamente a pilotare il tutto potrebbe essere una qualsiasi fonte che abbia uscita digitale ottica o elettrica. Sto pensando a un lettore DVD/Blu-ray, a un ricevitore digitale terrestre, a un ricevitore digitale satellitare, a una consolle per video giochi, a un centro mutimediale, … etc. Diciamo che un sistema di questo tipo permette di fare l’esperienza dell’audio 5.1 con una cifra ridotta. Potrebbe rivelarsi un piccolo impianto 5.1 per un secondo TV, per una seconda casa o da portare in vacanza se siete degli appassionati irriducibili.