Behringer Control2 USB

Spinto dalla mia solita insanabile curiosità, mi sono imbattuto nel Behringer Control2 USB (https://www.behringer.com/product.html?modelCode=P0BP0) che ha il pregio di fornire caratteristiche e prestazioni molto interessanti a fronte di una spesa modesta, nel mio caso € 133. Dico questo perché nel corso di questi quarant’anni di passione per l’Hi-Fi ho visto apparecchiature e accessori che hanno progressivamente fatto lievitare i prezzi, sino ad arrivare a cifre, non so quanto proporzionate al valore delle apparecchiature, che francamente faccio fatica a comprendere. Evidentemente sarà un mio limite di pensiero, fortunatamente non economico, anche se non mi sono mai concesso di spendere cifre sproporzionate. Il mio principale interesse è quello di ascoltare in modo decoroso la Musica e non l’impianto, errore che ho commesso per un certo periodo. Superata questa brutta fase, che mi faceva perdere il gusto per l’arte musicale, molte volte ho avuto riscontro che è possibile un corretto e piacevole ascolto senza spendere cifre da capogiro. Comunque, a scanso di equivoci, essendo una persona dalla visione aperta, rispetto tutte le posizioni. Dopo aver fatto questa doverosa premessa, mi permetto di segnalare questo Behringer Control2 USB, che viene definito dalla casa produttrice “High-End Studio Control and Communication Center with VCA Control and USB Audio Interface”. E’ un dispositivo per il controllo e la comunicazione in studio, quindi una macchina che fa ben di più di ciò che mi occorre. Utilizzerò questo dispositivo solamente come preamplificatore (4 ingressi) e come commutatore di impianti (fino a 3). Fatto pregevole, al giorno d’oggi non scontato (dati i troppi alimentatori esterni), è l’alimentazione interna dell’apparecchio. Segnalo che alcune immagini che seguono sono state scaricate dai media messi a disposizione dalla Behringer sulle pagine dei prodotti.

Il Control2 USB è dotato di 3 ingressi Aux bilanciati/sbilanciati con connessione jack e di un ingresso commutabile Phono/Aux con connessione RCA, addirittura sommabili tra loro. Per un uso in ambito Hi-Fi è quindi necessario comprare degli adattatori jack/RCA per potere utilizzare gli ingressi 1, 2 e 3.

Gli ingressi nel settore “Source Select” sono i seguenti:

  1. Ingresso 1: ausiliario stereo selezionabile tra -4 dB e +10 dB (con ulteriore regolazione continua tra -10 dB e + 10 dB).
  2. Ingresso 2: ausiliario stereo selezionabile tra -4 dB e +10 dB (con ulteriore regolazione continua tra -10 dB e + 10 dB).
  3. Ingresso 3: ausiliario stereo selezionabile tra -4 dB e +10 dB (con ulteriore regolazione continua tra -10 dB e + 10 dB). Se si utilizza il cavo di connessione USB con il PC è possibile sfruttare il DAC interno a 16 bit, con frequenza massima di campionamento a 48 kHz).
  4. Ingresso 4: stereo commutabile tra Linea e Phono (con ulteriore regolazione continua tra -10 dB e + 10 dB). Chiaramente, avendo questa necessità, a questo ingresso ho collegato il giradischi.

Molto comodo è il VU-Meter che può essere commutato per una misura in ingresso e in uscita, ma la caratteristica veramente interessante di questa apparecchiatura è di avere 3 uscite stereo nel settore “Monitor Select” (A, B e C) che possono pilotare, con una ulteriore regolazione continua tra -10 dB e +4 dB, ben 3 amplificazioni e quindi sostanzialmente 3 impianti diversi.

La prima uscita piloterà il finale Behringer A500 in grado di fornire 2 X 125 W su 8 Ω (1 kHz @ 1% THD).

Per scelta personale mi piace utilizzare, quando possibile, apparecchiature professionali, anche per quanto riguarda le sorgenti. Dal finale andrò direttamente alle mie adorate Indiana Line Diva 655 (tempo fa top di gamma) che da anni mi danno grandi soddisfazioni. In merito alle altre 2 uscite lascio il campo aperto, per cui mi riservo di aggiornare all’occorrenza questa pagina. Tra le idee futuribili vorrei pilotare altri impianti, dotati di amplificatori come il valvolare APPJ PA0901A (2AX7B, EL84) e altri a stato solido, sotto forma di dispositivi finiti o come schede nude, con svariati integrati (TA2024, TPA3116D2, TDA7850, YD138E, PAM8403, PAM8610,  … ), in sinergia con i diffusori che ho a disposizione (Lonpoo LP-42, Scythe SCBKS-1100, Bose Model 141, Pioneer HPM-50 e accrocchi autocostruiti futuri). In questo modo tutte le nostre sorgenti saranno a disposizione di ben 3 impianti diversi, cosa non da poco. Questo dispositivo purtroppo non dispone di Tape Monitor per cui, per utilizzare un processore di segnale, si è costretti a inserirlo tra preamplificatore e finale, cosa che non sempre è gradita ai puristi. Non volendo interporre troppe cose sul cammino del segnale, nessuno vieta di utilizzare su una delle 3 uscite il processore di segnale su un impianto dedicato. In questo momento sto pensando al mio adorato espansore dinamico a 3 bande Pioneer EX-9000 che riesce a ridare dinamica (anche se artificiale) alle incisioni più datate. Non sarebbe male costruire un impianto dedicato esclusivamente a questa funzione. Il Behringer Control2 USB è dotato inoltre di 2 uscite per cuffia con volume individuale, ma non ho ancora fatto prove in merito. Questo dispositivo dispone di 3 uscite “Recording Out” alle quali collegare, in analogico, registratori di tutti i tipi:

  1. 2 Track A (1° Registratore)
  2. 2 Track B (2° Registratore)
  3. DAW (Digital Audio Workstation). Questa uscita verrà messa in comunicazione con la scheda audio del mio PC per effettuare registrazioni in digitale. Potrebbe essere un modo, ad esempio, di riversare i vinili (o le cassette), anche se il giradischi che utilizzo attualmente, l’Audio Technica AT-LP120X, dispone anche di una uscita USB. Tuttavia, per chi non disponesse di questa possibilità USB, sarebbe una via percorribile.

Evidentemente questo dispositivo è parecchio complesso e dispone di funzioni che non ho neanche sfiorato, poiché lo utilizzo attualmente solo come preamplificatore e smistatore di impianti. Mi riservo di approfondire meglio la conoscenza di questa macchina, per cui invito il lettore a tornare periodicamente su questa pagina per altri approfondimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.