Radio via Satellite

Sono un appassionato della radio da decenni, specialmente da quando, nei primissimi anni ’80, ricevetti in regalo il sintonizzatore stereofonico top di gamma Pioneer F-9.

Le radio libere offrivano una buona ed economica alternativa ai dischi in vinile e alle cassette. Presto mi accorsi che l’antenna a filo fornita in dotazione all’apparecchio non portava a grandi risultati. Optai per l’acquisto di una antenna esterna direttiva a due elementi, ma compresi abbastanza in fretta che il grosso problema era costituito dal posizionamento della medesima. Idealmente deve essere indirizzata verso l’antenna emittente senza ostacoli che si frappongano, cosa facile da dire, ma difficile da realizzare, specialmente se si vive in un condominio in città e si hanno a disposizione solamente i balconi. Non secondario era il problema della diversa dislocazione delle emittenti e quindi della provenienza del segnale. Ovviamente si doveva giungere a compromessi. Alcuni segnali erano molto soddisfacenti, altri provocavano l’accensione del LED “Multipath” che indicava una condizione di onda riflessa. Dopo anni di battaglie per ottenere segnali decorosi, dovuti purtroppo alle mie condizioni a contorno, decisi di provare la via satellitare alla radio. Acquistai un decoder satellitare digitale ADR (esculsivamente radiofonico, sistema ormai abbandonato), il Technisat AstraStar AX 1, che operava con lo standard Astra Digital Radio.In seguito mi dotai di un decoder satellitare analogico (TV/Radio, sistema ormai abbandonato) Pace MSS138-G.

Imparai a montare e tarare un’antenna satellitare con riflettore parabolico e, addirittura, in tempi più recenti mi sono costruito un sistema mobile, per fare sperimentazioni, che illustro alla seguente pagina.

 

 

 

 

 

 

Una volta montato, il sistema funzionava senza interferenze, ma fatte salve poche emittenti, si aveva a che fare con realtà radiofoniche a me abbastanza aliene. Ho tuttavia apprezzato emittenti che non conoscevo, ad esempio Swiss ClassicSwiss Jazz e Swiss Pop (ADR). Successivamente acquistai un decoder satellitare digitale DVB-S (TV/Radio) dal momento che lo switch off dall’analogico al digitale era prossimo. Ho proseguito, non potendo fare diversamente, su questa linea e ora sono arrivato al terzo decoder satellitare digitale DVB-S/S2, il Tele System TS9011HD tivùsat.

Vorrei raccontare un aneddoto in merito all’acquisto di questa apparecchiatura. Conoscendo il prezzo di questo ricevitore, l’ho visto su uno scaffale di un supermercato a poco più della metà della cifra. Dopo un piccolo accertamento sulle condizioni e sul perché di questo abbassamento di prezzo, mi è stato detto che era l’ultimo, quello esposto. L’ho provato entro i termini stabiliti, l’ho tenuto e sono più che convinto di aver fatto un grande affare. Storielle a parte, oltre a essere un ottimo ricevitore è dotato di una smart card, da attivare con pochi passaggi, per la piattaforma satellitare gratuita Tivùsat. Qui possiamo trovare attualmente 94 canali TV, di cui 30 in HD, ma soprattutto 44 canali radiofonici nella stragrande maggioranza italiani. Sicuramente sono presenti su Hot Bird tante altre emittenti free to air, la caccia è aperta ! Tuttavia l’opzione di Tivùsat è molto interessante per gli appassionati di radio. Mi permetto di segnalare, anche se esula dal discorso radiofonico, la presenza in questa piattaforma del canale televisivo Mezzo che è dedicato alla musica classica, al jazz e alla danza. Basta dare un’occhiata al palinsesto per notare quanto sia interessante. Da non perdere ! 🙂 Il TS9011HD dispone di una uscita audio ottica Toslink che invio al convertitore DA stereo esterno per l’ascolto delle radio sull’impianto stereo o all’amplificatore Home Theater se necessito della decodifica multicanale per l’uso TV. Per commutare utilizzo una comodissima matrice 6 X 2. Attraverso questa matrice veicolo tutti i segnali digitali ottici dell’impianto.

4 pensieri su “Radio via Satellite

    • Mi ritengo soddisfatto di questo ricevitore satellitare. Nell’articolo non l’ho citato (integrerò quanto prima), utilizzo l’uscita digitale ottica del TS9011HD che invio al convertitore DA stereo esterno per l’ascolto delle radio sull’impianto stereo o all’amplificatore Home Theater se necessito della decodifica multicanale per l’uso TV. Per commutare utilizzo una comodissima matrice 6 X 2 ( http://www.barbonaglia.it/…/access…/toslink-matrice-6×2/ ). Attraverso questa matrice veicolo tutti i segnali digitali ottici dell’impianto.

  1. Siamo li’ come storia – ho avuto due fracarro il primo analogico ,il secondo digitale ed analogico ,poi due ouralis ed ora due edision (tedeschi/cinesi) uno sulla TV e l’altro sull’impianto stereo- sono molto comodi perché hanno grandi display su cui compare il nome dell’emittente bello grande e si vede da lontano-
    Comunque sono iscritto al tuo blog e ancora non ho ringraziato per la mia accettazione e lo sto facendo ora,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.